La nostra associazione continua ad essere impegnata nel sostenere il percorso per la ricostruzione di quanto il Sisma del Centro Italia ha distrutto.

Nel mantenere questo nostro impegno non possiamo dimenticare quanti hanno sostenuto e sostengono la popolazione e la nostra associazione, condividendo le nostre stesse ragioni con il proprio impegno, come non possiamo dimenticare tutti coloro che gestiscono con cura, nei diversi compiti e responsabilità, la nostra struttura associativa in S. Angelo.

Grazie a quanti hanno saputo sostenere nei modi e nelle forme possibili le necessità impegnandosi in prima persona o assumendo spese volontarie a favore dei singoli, delle Imprese produttive e della associazione.

Grazie ai Volontari delle Misericordie che hanno saputo gestire la loro operatività con armonia e cura dei particolari, con azioni ed organizzazioni di livello.

Grazie a tutti i Soci, ai Simpatizzanti e sostenitori della AIPS associazione e a quanti nella loro funzione pubblica hanno saputo interpretare il nostro contributo instancabile per la ricostruzione, con riguardo al nostro Sindaco Sergio Pirozzi non solo per la chiarezza del proprio operato ma bensì anche per i risultati fin ora raggiunti. Questa mattina sono iniziati sul nostro Campo in S. Angelo i lavori per il posizionamento dei Sistemi Abitativi Emergenziali_SAE. Grazie a tutti i Sindaci degli altri Comuni italiani, alle Pro Loco e alle associazioni che abbiamo incontrato sul nostro cammino.

Grazie al Vescovo Mons. Domenico Pompili non solo per la moderna determinazione del proprio agire, bensì anche per quella Identità Religiosa e di Culto che trasmette nella Mitezza dei comportamenti, anche sostenendo la realizzazione della nuova Chiesa provvisoria di S. Angelo in fase di apertura.

Sappiamo che il cammino per la ricostruzione sarà lungo e impegnativo ed è per questo che siamo già molto attivi in un contesto promettente, mantenendo una posizione propositiva ed utile alla ricostruzione di una identità culturale che deve tornare visibile, perché vogliamo ricostruire i nostri beni comuni, le nostre case e chiese, la nostra economia e la bellezza di questa terra. Una bellezza che vogliamo in una dimensione accogliente, sicura, utile allo sviluppo economico, ecocompatibile, in armonia con il territorio del Parco Gran Sasso e Laga e per le nuove generazioni che potranno abitarla.

Una bellezza nella quale hanno vissuto i nostri cari concittadini scomparsi dalle rovine di questa tragedia. Persone del nostro paese che ricorderemo sempre con grande affetto e gratitudine per restare vicini alle loro famiglie del nostro amato Borgo di S. Angelo in Amatrice. Grazie a chi vorrà ancora sostenere il Fondo AIPS per la ricostruzione dei beni comuni di S. Angelo e Paesi Vicini.

A tutti esprimiamo con gratitudine i nostri migliori auguri per questo prossimo Natale che verrà.

Un Natale che vogliamo portatore di speranza per un futuro che ci appartiene.

Per il Consiglio Direttivo e per i Soci della AIPS associazione

Mario Feliziani